Beato Onorato da Biala Podlaska

Stampa PDF
13 OTTOBRE: BEATO ONORATO DA BIALA PODLASKA

 

Venceslao Kozminski, nacque a Biala Podlaska il 16 ottobre 1829 da Stefano e Alessandrina Kahl. In famiglia ricevette un'educazione squisitamente cristiana, ma iscrittosi nel 1845 alla Scuola superiore di Belle Arti di Varsavia, influenzato dalle correnti illuministiche e dall'ambiente ateo, perdette la fede. Nel 1846, sospettato di appartenere a un'organizzazione politica sovversiva, fu rinchiuso nelle carceri di Varsavia dalla polizia zarista. Il 15 agosto di quell'anno, nel giorno dell'Assunta, ritrova la fede e il 27 marzo 1847 viene liberato.

Beato Onorato da Biala Podlaska

Il 21 dicembre 1848 entrò nel noviziato cappuccino di Lubartów prese il nome di fra' Onorato da Biala Podlaska. Il 27 dicembre 1852 fu ordinato sacerdote e incaricato di insegnare sacra eloquenza e teologia ai chierici cappuccini. Ma egli, fin da allora, fu soprattutto predicatore impegnato nelle diverse chiese di Varsavia e illuminato direttore di spirito.

Dopo l'insurrezione contro i Russi, del gennaio 1863, conclusasi in modo disastroso per i polacchi, p. Onorato venne confinato dapprima nel convento di Zakroczym, dove rimase fino al 1892, e poi in quello di Nowe-Miasto. Dal 1895 al 1916 fu commissario generale dei frati cappuccini rimasti sotto la dominazione russa.

Egli cercò di salvare la fede cattolica contro le persecuzioni zariste, con cui si voleva staccare la Chiesa polacca da quella di Roma, per inserirla nella Chiesa ortodossa, attraverso la devozione mariana e il Terz'Ordine francescano. Poiché le leggi zariste proibivano di fare apostolato e di ricevere novizi negli Ordini religiosi p. Onorato proponeva a chi aspirava alla vita religiosa di vivere i consigli evangelici nello spirito del Terz'Ordine francescano.

Prese come modello ideale la vita nascosta della sacra Famiglia di Nazareth e fondò una venticinquina di congregazioni religiose delle quali diciassette ancora esistenti. Il loro modo di vita fu confermato dalla S. Sede col decreto Ecclesia catholica del 21 giugno 1889. Quando, nel 1905, padre Onorato non fu più in grado di ricevere gente al confessionale a motivo della malattia e della sordità, si applicò al lavoro di tavolino, intrecciando una nutrita corrispondenza epistolare con i suoi figli spirituali. Le lettere, 4000 circa, si conservano manoscritte a Varsavia nell'archivio della vicepostulazione, raccolte in 21 volumi.

Morì in concetto di santità a Nowe-Miasto il 16 dicembre 1916, a 87 anni di età. Fu sepolto nella cripta del convento di Nowe-Miasto, da dove, il 10 dicembre 1975, dopo la ricognizione, il corpo fu traslato nella chiesa soprastante. Il 16 ottobre 1988, il papa Giovanni Paolo II lo ha proclamato beato.

Omelia e discorso del Santo Padre Giovanni Paolo II

Beatificazione di Onorato Kozminski, Domenica 16 ottobre 1988. Leggi omelia ...
Discorso ai pellegrini polacchi, Domenica 16 ottobre 1988. Leggi discorso ...

Frati Cappuccini Assisi