Beato Andrea Giacinto Longhin

Stampa PDF
26 GIUGNO: BEATO ANDREA GIACINTO LONGHIN

 

Giacinto Bonaventura Longhin nacque il 23 novembre 1863 a Fiumicello di Campodarsego (Padova) da una famiglia di umili contadini. Il padre inizialmente, per non privarsi delle sue braccia nel lavoro dei campi, si oppose alla vocazione religiosa del figlio, ma dovette cedere alla sua inflessibile volontà e così Giacinto il 27 agosto 1879, a sedici anni, iniziò il noviziato a Bassano del Grappa (Vicenza), nell'Ordine dei Cappuccini, con il nome di fra' Andrea da Campodarsego.

Compì gli studi liceali nel convento di Padova, dove emise la professione solenne il 4 ottobre 1883, e gli studi teologici a Venezia, dove fu ordinato sacerdote il 19 giugno 1886. Dal 1888 fu direttore spirituale e insegnante nel seminario dei Cappuccini di Udine; dal 1889 fu direttore e professore dei chierici liceali a Padova e, dal 1891, dei chierici teologi a Venezia.

Nel 1902 fu eletto ministro provinciale dei Cappuccini veneti. Pio X era Papa solo da alcuni mesi quando, il 16 aprile 1904, nominò fra' Andrea Vescovo di Treviso compiacendosi di avere «scelto uno dei fiori più belli dell'Ordine dei Cappuccini» che in un'altra occasione qualificò come «veramente santo». Se Pio X era persuaso di aver dato a Treviso un "santo" vescovo, Longhin considerò sempre una grazia e un privilegio essere stato amico di Pio X del quale, subito dopo la morte, avrà la gioia di realizzare il processo ordinario diocesano per la sua beatificazione (1923-1926).

Il nuovo vescovo Longhin entra in diocesi il 6 agosto 1904, facendosi precedere da due lettere pastorali nelle quali indica il suo programma di riforma. L'anno successivo iniziò la sua prima visita pastorale, che concluse, dopo cinque anni, con la celebrazione del Sinodo diocesano.

Quando scoppiò la I guerra mondiale (1915-1918), Treviso era sulla linea del fronte, ma il Vescovo Longhin restò al suo posto anche quando le autorità civili se ne andarono e volle che altrettanto facessero i suoi preti, a meno che non dovessero accompagnare le loro popolazioni profughe. Fu allora riferimento religioso, morale e civile per tutta la comunità, provvedendo anche materialmente all'assistenza dei soldati, dei malati e dei poveri.

Beato Andrea Giacinto LonghinA chi dice che una sordomuta non può aspirare alla vita religiosa, rispondi subito che Gesù ha le sue predilezioni; egli è il padrone e può distribuire i suoi doni non solo alle sordomute ma anche ai più grandi peccatori.

Vogliatevi bene, amate il Signore, cercate il regno di Dio; questo conta, il resto non vale nulla: fatevi santi, fatevi santi.

B. Andrea Giacinto Longhin

Fu amministratore apostolico della diocesi di Padova nel 1923 e visitatore e amministratore apostolico dell'arcidiocesi di Udine nel 1927/28. Il 4 ottobre 1928 fu nominato arcivescovo titolare di Patrasso.

Colpito dalla malattia il 3 ottobre 1935 percorse il suo calvario per nove mesi, finché morì il venerdì 26 giugno 1936. La fama di santità, che lo aveva accompagnato già in vita, per l'eroica carità e per la saggezza pastorale, con la sua morte si rafforzò e si diffuse rapidamente.

Il 21 Aprile 1964 venne introdotto il processo informativo diocesano. Il 21 dicembre 1998 fu promulgato il decreto sulle virtù eroiche. Il 20 ottobre 2002 è stato beatificato a Roma da Giovanni Paolo II. Le sue venerate spoglie riposano nella Cattedrale di Treviso.

Frati Cappuccini Assisi