Rifugio Francescano

Stampa PDF

La casa di accoglienza "Rifugio Francescano - Frate Indovino" ha la sede in Perugia, nella struttura che per oltre 40 anni è stata Direzione redazionale e logistica della Casa Editrice del celeberrimo calendario, conosciuto in tutto il mondo, uscito per la prima volta in Assisi con l'edizione del 1946. Dato il successo sempre crescente di questa fortunata opera, all'epoca si avvertì il bisogno di trovare sedi sempre più ampie. Così, nel 1949, avvenne il primo trasferimento a Perugia nell'allora nuova struttura parrocchiale "Oasi Sant'Antonio". Ma al calendario si affiancavano originali iniziative, specialmente nel campo dell'erboristeria, e così l'attività richiedeva spazi sempre maggiori. Alla ricerca di un ambiente idoneo, peregrinando di convento in convento, si decise infine di strutturare una Casa adatta alla bisogna. Venne costruito il "Rifugio Francescano", inaugurato il 29 settembre 1960.

Soltanto da pochi anni, per motivi dettati dalla logistica, le "Edizioni Frate Indovino" si sono poi trasferite in una zona più periferica, lasciando parzialmente libero il convento "Rifugio Francescano" che è stato ristrutturato radicalmente adeguandolo a Casa di Accoglienza per i familiari dei lungodegenti ricoverati presso le strutture sanitarie ospedaliere della città, proprio ora che Perugia sta entrando in pieno nel ruolo di "polo sanitario regionale". Il Ministro Provinciale dei Cappuccini Umbri, che ha creduto fermamente nella necessità di quest'Opera Sociale, ha sottolineato come la condivisione e il sostegno degli umbri nell'appoggiare il calendario "Frate Indovino" ha come ritorno un'iniziativa sociale in favore di questi nostri amici. La Casa è situata in posizione strategica, a poche decine di metri in linea d'aria dalla stazione ferroviaria "Fontivegge", e da importanti snodi di servizi pubblici, compreso il Minimetrò. La parte riservata all'accoglienza è dislocata su due interi piani e prevede ospitalità per un massimo di trenta persone, alloggiate in 12 camere tutte arredate (alcune delle quali allestite per disabili) e con bagno privato.

L'accoglienza viene offerta gratuitamente. Un supporto psicologico e religioso sarà a disposizione di quegli ospiti che ne faranno richiesta, così come è prevista la possibilità di raccogliersi in preghiera presso la Cappella interna. Gli ospiti sono accolti da un servizio di reception attivo 24 ore al giorno. Essi potranno intrattenersi negli spazi comuni, dove disporranno di un servizio di caffetteria automatica, potranno distrarsi con programmi televisivi. Coloro che necessiteranno dell'ospitalità dovranno compilare un apposito modulo di richiesta i cui dati saranno analizzati dal personale preposto al fine di garantirne l'assegnazione a chi è veramente in stato di necessità, nel rispetto delle norme vigenti. Una volta confermata la disponibilità dell'alloggio, questo sarà concesso a titolo gratuito e dovrà essere mantenuto con decoro dagli ospiti stessi.

La Casa di Accoglienza sarà inaugurata dall'Arcivescovo Mons. Gualtiero Bassetti e dal M. R. P. Antonio Maria Tofanelli, Ministro Provinciale dei Cappuccini dell'Umbria, il prossimo 22 giugno, alle ore 18.00, alla presenza delle più alte Cariche Istituzionali della città.

Immagini del Rifugio Francescano Download File zip zip 16 Mb
Foto inaugurazione Rifugio Francescano 22 giugno 2010 Download File zip zip 75 Mb
Frati Cappuccini Assisi